Successo senza precedenti con 438 iscritti

Marostica, 14 maggio 2015 – Sono 438 gli scritti pervenuti al Premio Marostica Città di Fiabe, il concorso di letteratura per l’infanzia e la preadolescenza promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune. Un successo senza precedenti che premia la volontà di rinnovamento e l’azione di comunicazione che ha interessato tutto il territorio nazionale.

Si tratta infatti del massimo storico raggiunto dal pur celebre concorso che vanta 27 anni di storia e una madrina d’eccezione, Arpalice Cuman Pertile (1876-1958), poetessa e scrittrice marosticense che ha scritto un capitolo fondamentale della letteratura per l’infanzia e alla quale è dedicato il premio.

Le adesioni arrivano da ogni parte d’Italia (e qualcuna anche dall’estero!), con 244 fiabe, favole e racconti fantastici; 66 racconti realistici; 128 poesie e filastrocche, ovvero le tre categorie indicate nel bando, che per la prima volta ha escluso i testi teatrali a favore dei racconti realistici. Nell’ultima edizione del 2013, prima della cadenza biennale, gli iscritti erano stati 111, mentre il massimo storico del concorso era stato nel 2000 con 275.

I risultati hanno superato tutte le più rosee aspettative” commenta l’Assessore alla Cultura Serena Vivian “premiando le nostre intuizioni in merito alla necessità di un rinnovamento dell’immagine e di una comunicazione più efficace.  Il Premio è stato promosso attraverso i social network e ha goduto di un forte risalto da parte della stampa nazionale. Inoltre, la proposta di una cadenza biennale ha permesso di concentrare maggiori risorse sulla qualità della giuria e sui premi”.

Le docenti universitarie di Letteratura per l’infanzia Donatella Lombello, (presidente) e Marnie Campagnaro (vicepresidente), la scrittrice Beatrice Masini, l’editore Ermanno Detti, la poetessa Maria Giuseppina Quarenghi e l’attore e scrittore Alessandro Quasimodo, figlio dell’illustre Premio Nobel (presidente onorario) sono infatti i componenti della giuria, oltre all’Assessore Serena Vivian e alla fondatrice del premio Lidia Serafini, una rosa qualificata a garanzia dell’alto livello del concorso.

In questi giorni è stata nominata anche la giuria del territorio, formata da rappresentanti delle scuole e da esperti volontari. I rappresentanti delle scuole sono Patrizia Bellini, Nicoletta Diodà, Silvia Grappiglia, Emanuela Adda, Arianna Mianzan, Liliana Contin, Maria Teresa Canton; gli esperti volontari: Teresa Santini, Emanuela Cecchin, Aliprando Franceschetti, Giancarla Bassetto, Silvia Martini, Myriam Sperotto, Valentina Adamo.

Un ringraziamento speciale va anche ai volontari della giuria” aggiunge l’Assessore Serena Vivian “che si presteranno a questo arduo compito della lettura di un numero così copioso di opere. Fin dal primo incontro la presidente ha raccomandato di essere severi! Dopo la calorosa partecipazione, adesso è ora di valutare la qualità, che mi auguro sia altrettanto soddisfacente”.

Il prossimo appuntamento è il 14 novembre, con la premiazione dei vincitori. 

Share Social

Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza di navigazione, utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi